UNIONE

UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI DI BASIANO E MASATE

Via Roma, 11 – 20060 BASIANO (Mi) – Piva 04559250966 – C.F. 91551680159

Uff. TRIBUTI

 

Responsabile: Rag.Rosanna Arrigoni
   
A chi rivolgersi:

Geom. Ombretta Katiuscia Franco

Dove:

Basiano - Via Roma 11 - piano 1°

Recapiti

ORARI DI APERTURA

Tel. 02 950045210
Fax

02 95761764

Mail

tributi@unione.basianomasate.mi.it

PEC

tributi.basianomasate@pec.it

 

 

IL SERVIZIO SI OCCUPA DI

Il Servizio Tributi si occupa dell’amministrazione delle entrate tributarie per garantire al Comune un adeguato flusso di fondi in entrata al fine di consentire all'Ente lo svolgimento delle attività istituzionali di erogazione dei servizi pubblici ai propri cittadini.
In particolare provvede alla ricezione di denunce di attivazione/variazione/cessazione, al controllo sui versamenti, all’emissione di avvisi di liquidazione/accertamento, alla predisposizione dei rimborsi per i seguenti tributi:

  • Imposta comunale unica - IUC composta da : Imposta municipale propria (IMU)

                                                                             Tributo per i servizi indivisibili (TASI),

                                                                             Tributo sui rifiuti (TARI)

  • Tassa occupazione spazi ed aree pubbliche - TOSAP
  • Tassa sulla pubblicità ed i diritti sulle pubbliche affissioni

Il contribuente dovrà presentare domanda redatta su appositi moduli  per il rilascio di autorizzazioni riguardanti il posizionamento di insegne pubblicitarie o insegne di esercizio.

Il servizio è gestito da ABACO S.p.A. con sede legale in Via Fratelli Cervi n. 6 Padova (35129)

Recapiti: tel. 0423/601755 - mail: pubblicita@abacospa.it - fax 049/8934545
Le deliberazioni di tariffe e il regolamento approvato dall’ente, verranno rese note e pubblicate sul sito del comune.

 

Allegati

Il servizio si occupa di:

  • consulenza e ritiro pratiche di inizio, variazione e cessazione di occupazione di locali ed aree soggette alla Tassa sia di utenze domestiche sia di utenze non domestiche
  • consulenza su agevolazioni, esenzioni e rimborsi e relativa istruttoria su  TARI
  • emissione ruoli di riscossione per la TARI
  • attività di accertamento e controllo con emissione di solleciti di pagamento
  • gestione contenzioso TARI

Il tributo sui rifiuti : Il tributo è applicato nei confronti di chiunque, persona fisica o giuridica, occupi,conduca o detenga a qualsiasi titolo (esempi: proprietà, usufrutto, comodato, locazione e così via) locali o aree scoperte ad uso privato, non costituenti accessorio o pertinenza dei locali medesimi, a qualsiasi uso adibiti esistenti sul territorio comunale
E’ calcolato in base al numero di occupanti e alla metratura dell’immobile.
E' obbligatorio presentare la denuncia di occupazione di locali  nel caso di:

  • occupazione di locali a qualunque uso adibiti e indipendentemente dalla residenza anagrafica
  • presentazione della richiesta di residenza
  • trasferimento ad altro indirizzo all'interno del Comune
  • variazione della metratura di locali già occupati
  • variazione del numero degli occupanti
  • modifica di destinazione d'uso degli stessi
  • inizio o trasferimento di un'attività

Altrettanto deve essere fatto (denuncia di cessazione) in caso di:

  • emigrazione in altro comune
  • variazione della propria residenza all’interno del comune
  • cessazione di un'attività

 

Il contribuente, in tutti i casi di inizio, variazione o cessazione dell’occupazione o detenzione di locali ed aree tassabili (utenze domestiche ed utenze non domestiche) ha l’obbligo di farne denuncia all’Ufficio Tributi utilizzando gli appositi modelli predisposti dal Comune, indipendentemente da iscrizioni anagrafiche/pratiche edilizie ovvero comunicazioni effettuate in altri uffici.

 

REGOLAMENTI

Regolamento IUC 2014 Capitolo IV TARI Basiano   

Regolamento IUC 2014 Capitolo IV TARI Masate     

 

 

Allegati

L'IMU è l'Imposta Municipale Propria che dall’anno 2012 ha sostituito totalmente l'ICI.
L’IMU è dovuta da:

  • proprietario di immobili (fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli) o titolare di diritto reale (usufrutto, uso o abitazione, superficie, enfiteusi); escluse le abitazioni principali non classificate nelle categorie catastali A/1,A/8 e A/9.
  • locatario finanziario e dal titolare di concessione di beni demaniali;
  • coniuge assegnatario della casa coniugale a seguito di provvedimento del giudice, nella misura del 100%

Il servizio si occupa di:

  • consulenza generale sull'imposta e su tutti i relativi procedimenti (dichiarazione, versamenti, rimborsi, ravvedimento operoso)
  • consulenza su agevolazioni, riduzioni, esenzioni
  • ritiro dichiarazioni di variazione IMU
  • ritiro richiesta di riduzione e agevolazioni
  • attività di accertamento e controllo
  • recupero coattivo dell’imposta
  • gestione contenzioso

Le scadenze e ogni altro adempimento in merito all’imposta, nonché le deliberazioni di aliquote e il regolamento approvato dall’ente, verranno rese note e pubblicate sul sito del comune.

Allegati

Documenti correlati

L’interessato dovrà presentare domanda redatta su appositi moduli per il rilascio di autorizzazioni riguardanti la richiesta di occupazione spazi sul territorio per qualsiasi lavoro/attività debba svolgere.

REGOLAMENTI

COSAP Basiano

COSAP Masate

 

Allegati

Il servizio si occupa di:

  • consulenza generale sul tributo
  • attività di accertamento e controllo

Le scadenze e ogni altro adempimento in merito al tributo, nonché le deliberazioni di aliquote e il regolamento approvato dall’ente, verranno rese note e pubblicate sul sito del comune.

Chi deve pagare la TASI :

Il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l'abitazione principale nelle categorie A1,A8 e A9, di aree edificabili, come definita ai fini dell'imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

Base Imponibile : La base imponibile è quella prevista per l’applicazione dell’imposta municipale propria “IMU” di cui all’articolo 13 del decreto legge n. 201 del 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 e smi.

Eccezioni ed Esclusioni : In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati, il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento della TASI dovuta per i locali e aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi, gli altri obblighi o dirittiderivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree ad uso esclusivo. Nel caso in cui l'unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare, quest'ultimo e l'occupante sono titolari di un'autonoma obbligazione tributaria. L'occupante versa la TASI nella misura del 30 per cento dell'ammontare complessivo della TASI, calcolato applicando l'aliquota stabilita con delibera del consiglio comunale.La restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare.Sono escluse dalla TASI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali imponibili, non operative e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva, nonché i terreni agricoli

 

Allegati

Documenti correlati

Allegati